Corso OSS

Il Corso ha la finalità di formare l’Operatore Socio Sanitario, figura professionale inserita nel Repertorio Regionale delle Qualifiche Professionali della Regione Campania nell’ambito dei Servizi Socio Sanitari, di livello EQF 3, in recepimento di quanto previsto dall’Accordo Stato-Regioni in data 22 Febbraio 2001. Esso mira a formare una figura professionale con profilo polivalente, caratterizzato da attività sia nel settore sociale sia in quello sanitario, in servizi di tipo socio-assistenziale e socio-sanitario, residenziali o semiresidenziali, in ambiente ospedaliero e al domicilio dell’utente, in collaborazione con gli altri operatori professionali preposti all’assistenza sanitaria e a quella sociale, secondo il criterio del lavoro multiprofessionale.

Il corso, a carattere teorico-pratico, prevede, secondo quanto dettato dalla normativa di riferimento per la figura professionale in questione (Accordo Stato-Regioni del 22/02/2001), 1000 ore di formazione così suddivise: 450 ore di tirocinio formativo pratico da effettuare in strutture sanitarie a scelta del candidato tra quelle convenzionate, 100 ore di esercitazione e stage , e 450 ore di formazione teorica; quest’ultima potrà essere svolta dallo studente in autonomia (FAD) . Sono inoltre previste lezioni frontali in aula che permetteranno allo studente di approfondire eventuali aspetti della figura anche grazie ad un confronto tra i vari contesti operativi in cui l’Operatore Socio Sanitario trova collocazione, oltre che delle esercitazioni pratiche.
La durata dell’intero percorso è fissata in 8/10 mesi e alla sua conclusione è previsto un esame finale per il conseguimento della qualifica professionale.

Il programma prevede :
-Tecniche comunicative e relazionali in rapporto alle diverse condizioni di malattia/disagio e dipendenza, con particolare riferimento alle situazioni di demenza.
-Tecniche e protocolli di intervento e di primo soccorso.
-Strumenti e tecniche per l’alzata, il trasferimento, la deambulazione.
-Strumenti e tecniche per l’igiene personale e la vestizione.
-Strumenti e tecniche per l’assistenza nell’assunzione dei cibi.
-Caratteristiche e sintomi rilevanti delle principali patologie fisiche e neurologiche.
-Principi di base della dietoterapia ed igiene degli alimenti.
-Tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell’assistito.
-Procedure igienico-sanitarie per la composizione e il trasporto della persona in caso di decesso.
-Tecniche e procedure per la sterilizzazione e decontaminazione degli strumentari e dei presidi sanitari.
-Principali riferimenti legislativi e normativi per l’attività di cura e di assistenza.
-Principali tecniche di animazione individuale e di gruppo.
-La sicurezza sul lavoro: principi generali, aspetti applicativi, regole e modalità di comportamento. 

  1. Promozione benessere psicologico e relazionale della persona :

-Impostare l’adeguata relazione di aiuto, adottando comportamenti in sintonia con i bisogni psicologici e relazionali dell’assistito, compreso il sostegno affettivo ed emotivo;
-Sostenere processi di socializzazione e di integrazione favorendo la partecipazione attiva ad iniziative in ambito residenziale e non;
-Incoraggiare il mantenimento ed il recupero dei rapporto parentali ed amicali.

  1. Adattamento domestico/ambientale :

    -Applicare le procedure di sanificazione e disinfezione dell’ambiente di vita e di cura dell’utente;
    -Applicare protocolli e procedure per la disinfezione, sterilizzazione e decontaminazione degli strumentari e dei presidi sanitari;
    -Adottare comportamenti idonei alla prevenzione / riduzione del rischio professionale, ambientale e degli utenti.

  2. Assistenza alla salute della Persona :

    -Comprendere ed applicare le indicazioni definite dal personale preposto circa l’utilizzo di semplici apparecchi medicali e per l’aiuto all’assunzione dei farmaci;
    -Riconoscere i parametri vitali dell’assistito e percepirne le comuni alterazioni: pallore, sudorazione, ecc.;
    -Adottare le procedure ed i protocolli previsti per la raccolta e lo stoccaggio dei rifiuti, il trasporto del materiale biologico, sanitario e dei campioni per gli esami diagnostici;
    -Applicare, secondo i protocolli definiti, tecniche di esecuzione di semplici medicazioni od altre minime prestazioni di carattere sanitario.

  3. Cura bisogni primari della persona :

    -Supportare l’utente nell’espletamento delle funzioni primarie, igiene personale, vestizione, mobilità e assunzione dei cibi, in relazione ai diversi gradi di inabilità e di non-autosufficienza;
    -Applicare tecniche per la corretta mobilizzazione e per il mantenimento delle capacità motorie dell’utente nell’espletamento delle funzioni primarie;
    -Adottare misure e pratiche adeguate per l’assunzione di posture corrette e per la prevenzione di sindromi da immobilizzazione e da allettamento;
    -Riconoscere le specifiche dietoterapiche per la preparazione dei cibi;

Al corso per Oss è consentito l’accesso a coloro che hanno assolto l’obbligo scolastico e compiuto il 17° anno di età. Al corso è altresì consentito l’accesso agli operatori socio-assistenziali già in possesso del relativo attestato di qualifica (OSA).

Attestato: il superamento dell’esame finale comporta il rilascio dell’ Attestato di Qualifica Professionale  di Operatore Socio Sanitario  riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi della legge 845/78 art. 14
Durata complessiva: il corso di operatore socio – sanitario ha  una durata di mille ore (450 ore di teoria 100 ore di esercitazioni / stage e 450 ore di tirocinio).